.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1261606 volte



Una frase al giorno...
Il grand'uomo ha due cuori:
l'uno sanguina,l'altro sopporta

-Kahlil Gibran


________________
DISCLAIMER
________________

IL PROVERBIO DEL MESE:

DICEMBRE

"Dicembre gelato

non va disprezzato"

NOVEMBRE

"Novembre va in montangna

e abbacchia la castagna"

OTTOBRE

"Ottobre piovoso,

campo prosperoso."

SETTEMBRE

"Aria settembrina fresco la sera

e fresco la mattina."

AGOSTO

"La prima pioggia di agosto

rinfresca il bosco"

LUGLIO
"Luglio soleggiato, vino a

buon mercato"

GIUGNO

"Giugno la falce in pugno"

MAGGIO

"Chi pota di maggio e zappa di agosto

non raccoglie né pane né mosto"
APRILE
"Aprile carciofaio,maggio cilegiaio"

MARZO

"Chi nel marzo non pota la sua vigna,

perde la vendemmia" 

FEBBRAIO

"Non c'è carnevale senza

luna di Febbraio"

GENNAIO

"Gennaio rigoroso anno felice"

UN FRUTTO AL MESE:

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

 

SETTEMBRE

AGOSTO

LUGLIO

GIUGNO

MAGGIO

APRILE

MARZO

FEBBRAIO

GENNAIO

UN FIORE AL MESE:

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

SETTEMBRE

AGOSTO

LUGLIO

GIUGNO

MAGGIO

APRILE


MARZO

 

FEBBRAIO


GENNAIO

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

SETTEMBRE

AGOSTO

 

LUGLIO

 

 

 

 

 

 

GIUGNO

MAGGIO

APRILE

MARZO

CULTURA
Sereno Ferragosto....
14 agosto 2018


(Foto dal web)


“…Ma icittadini italiani non sono da meno. Li ho visti, li ho visti in folla aFerragosto. Erano l’immagine della frenesia più insolente. Ponevano un taleimpegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di «raptus»:era difficile non considerarli colpevolmente incoscienti.

(Pier Paolo Pasolini,Lettere Luterane)


CULTURA
Citazioni...Accettarsi
9 gennaio 2017


Accetta te stesso così come sei
ed avrai messo a tacere il più severo dei giudici.

(Alejandro Jodorowsky)

CULTURA
Curiosità: L'evidenziatore
12 luglio 2016

Yukio Horie,presidente fino al 2010,anno della sua morte, della Pentel,azienda giapponese che produce cancelleria,è stato l’inventore degli evidenziatori nel 1962,anche se pare che le prime penne per sottolineare erano presenti già nel 1910.Gli evidenziatori sono prevalentemente gialli perché il giallo è il colore più chiaro e anche se il testo è evidenziato può essere fotocopiato senza che compaia la sottolineatura.

CULTURA
Favole e Fiabe...Doni
15 maggio 2016

“Se qualcuno vi si avvicina con un dono e voi non lo accettate, a chi appartiene il dono?”, domandò il samurai. “A chi ha tentato di regalarlo”, rispose uno dei discepoli.
“Lo stesso vale per l’invidia, la rabbia e gli insulti”, disse il maestro: “Quando non sono accettati, continuano ad appartenere a chi li portava con sé”.(Detto Zen)

CULTURA
Auguri a tutte le mamme...
8 maggio 2016
-Pino Daeni-
Una mamma e un bambino stanno camminando sulla spiaggia.
Ad un certo punto il bambino chiede: "Come si fa a mantenere un amore..???"
La mamma guarda il figlio e poi risponde:"Raccogli un po' di sabbia e stringi il pugno...".
Il bambino stringe la mano attorno alla sabbia e vede che più stringe il pugno e più la sabbia gli esce dalla mano. 
"Mamma, ma la sabbia scappa...!!!", dice il bambino.
"Lo so... adesso tieni la mano completamente aperta... ", afferma la mamma.
Il bambino ubbidisce, ma una folata di vento porta via tutta la sabbia rimanente.
"Mamma, ma anche così non riesco a tenerla...!!!!".
La mamma, sorridendo: "Adesso raccogline un altro po' e tienila nella mano aperta come se fosse un cucchiaio... abbastanza chiusa per custodirla e abbastanza aperta per la libertà".
Il bambino riprova e la sabbia non sfugge dalla mano ed è protetta dal vento. 
"Ecco come far durare un amore...",conclude la mamma.
Una lezione di vita.
(da "Lezioni di vita",F.Gherardelli)

DIARI
1°MAGGIO...FESTA DEI LAVORATORI
1 maggio 2016

"Secondo lei un uomo senza lavoro, che ha fame, che vive nella miseria, che è umiliato perché non può mantenere i propri figli... questo per lei è un uomo libero? No, che non lo è. Sarà libero di imprecare, ma questa non è la libertà che intendo io. La libertà senza giustizia sociale è una conquista vana." Sandro Pertini

BUON 1° MAGGIO

DIARI
25 APRILE 1945-25 APRILE 2016-71°ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE
24 aprile 2016
COLTIVIAMO LA MEMORIA

Appello dell'ANPI per il 25 Aprile

Il 25 aprile cade quest'anno in un complesso di vicende europee che riporta l'orologio della storia in un tempo dove la civiltà e le pratiche democratiche erano pesantemente oscurate. Una profonda crisi economica da cui si riesce con difficoltà a vedere una via d'uscita, il proliferare di movimenti di chiara marca neonazista e neofascista che arrivano fin dentro i governi, e il panorama drammatico di decine di migliaia di immigrati in fuga da guerre e disperazione che ricevono come risposta dalla politica e dalle istituzioni quasi esclusivamente muri e abbandono, devono far riflettere tutti sull'inquietante e gravissima china che sta prendendo il vivere civile. Non è questa la società che sognavano i combattenti per la libertà. Non è questo il futuro cui aspiravano, deprivato di coscienza, senso di responsabilità, solidarietà.

Auspichiamo un 25 aprile di piena e robusta memoria.

Una Festa che rimetta al centro dei ragionamenti e dei comportamenti politici e sociali preziosi e decisivi “comandamenti”: antifascismo, Resistenza e Costituzione. Una Festa che ricordi con forza i 70 anni della Repubblica e del voto alle donne, i primi importantissimi passi della rinascita democratica del Paese.

Auspichiamo iniziative larghe, che coinvolgano tante italiane e italiani, Comuni, partiti, sindacati, associazioni. Una giornata come una stagione di impegno e profonda, viva Liberazione.

Una giornata che dal giorno successivo inneschi un cammino collettivo, sguardi e azioni solidali e responsabili. Un mondo migliore si costruisce insieme.

L'ANPI è in campo. Con lo spirito e la determinazione dei suoi ispiratori: le partigiane e i partigiani.

POLITICA
VOTARE SI PER DIRE NO ALLE TRIVELLE NEL NOSTRO MARE
17 aprile 2016

ANDARE A VOTARE E' UN DIRITTO E ANCHE UN DOVERE DEI CITTADINI
CULTURA
Citazioni:Sui Sogni
21 febbraio 2016



“Preferisco essere un sognatore fra i più umili con visioni da realizzare, piuttosto che il principe di un popolo senza sogni né desideri.”

(Kahlil Gibran)

CULTURA
Citazioni...Sull'Amore
14 febbraio 2016

“Perché se incontrarsi resta una magia,
è non perdersi la vera favola”

(M. Gramellini)

DIARI
BUON ANNO
31 dicembre 2015
CULTURA
Citazioni: Non urlare
25 ottobre 2015

Se hai ragione non hai bisogno di urlare
(Proverbio Zen)
POLITICA
E' morto Pietro Ingrao
27 settembre 2015

"Il mondo è cambiato, ma il tempo delle rivolte non è sopito: rinasce ogni giorno sotto nuove forme. Decidi tu quanto lasciarti interrogare dalle rivolte e dalle passioni del mio tempo, quanto vorrai accantonare, quanto portare con te nel futuro."
CULTURA
La voce dei poeti...Vittorio Sereni
1 settembre 2015
SETTEMBRE
Già l'òlea fragrante nei giardini
d'amarezza ci punge:il lago un poco
si ritira da noi,scopre una spiaggia
d'aride cose,
di remi infranti, di reti strappate.
E il vento che illumina le vigne
già volge ai giorni fermi queste plaghe
da una dubbiosa brulicante estate.

Nella morte già certa

cammineremo con più coraggio,
andremo a lento guado coi cani
nell'onda che rotola minuta.
-V. Sereni-
Auguri a tutte le mamme...
10 maggio 2015
-V.Volegov-

Il bambino chiama la mamma e domanda:  "Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?" La mamma piange e sorride,stringe al petto il suo bambino e dice:“Eri un desiderio dentro al cuore”.
-R.Tagore-

CULTURA
Il proverbio del mese...Maggio
3 maggio 2015

"Chi pota di maggio e zappa d'agosto
non raccoglie né pane né mosto."
POLITICA
Buon Primo Maggio...Festa dei Lavoratori
1 maggio 2015
arte
Curiosità: L'artista delle banane
28 aprile 2015

Non è una battuta,Stephan Brusche, conosciuto con il nickname @isteef su Instagram, è un artista olandese 37enne diventato famoso negli ultimi mesi per le sue opere d’arte realizzate con delle banane. “È partito tutto 3 o 4 anni fa” ha dichiarato l’artista, spiegando tra l’altro come sia diventato famoso per gioco “da un’azione spontanea in cui volevo solo qualcosa da postare su Instagram. Dico banana e penso, cosa succede se disegno un volto su di essa? E poi non ho più smesso”.Ad oggi il profilo Instagram dell’artitsa conta più di 16.000 seguaci, i quali ogni giorno attendono una sua trovata realizzata con le banane.Pare che i fruitdoodles siano molto apprezzati dai suoi followers. Ecco qualche sua opera


BUONA PASQUA
4 aprile 2015



permalink | inviato da diario_di_borgo il 4/4/2015 alle 7:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
I simboli della Pasqua: Il Cero
1 aprile 2015

Il cero pasquale è il simbolo di Cristo, la sua accensione avviene all'inizio della solenne Veglia pasquale, e simboleggia la luce di Cristo risorto, ossia rappresenta la nuova vita che ogni fedele riceve da Cristo e che, strappandolo alle tenebre, lo porta nel regno della luce. Il rito prevede che all'inizio della veglia pasquale l'assemblea sia radunata in un luogo illuminato solo dal fuoco. Dopo aver benedetto il fuoco, il sacerdote incide una croce, simbolo di Cristo, sul cero pasquale; poi incide l'alfa e l'omega, prima e ultima lettera dell'alfabeto greco, per indicare che Cristo è il principio e la fine di tutte le cose; infine incide le cifre dell'anno per significare che Gesù, Signore del tempo e della storia ,vive oggi per noi. Dopo l'accensione del cero con il fuoco i fedeli s’accostano al cero per accendere le candele e  una processione lo accompagna all’interno della Chiesa. Questa processione di fedeli simboleggia il nuovo popolo di Dio, che segue Cristo risorto, luce del mondo. Durante i cinquanta giorni del tempo di Pasqua, il cero pasquale viene acceso in tutte le celebrazioni, fino al giorno di Pentecoste. Durante la messa di Pentecoste si spegne il cero pasquale con la stessa solennità con la quale è stato accesso durante la Veglia pasquale.

CULTURA
La voce dei poeti:Fiorisce di Marzo il mare
4 marzo 2015
-S.Mulinacci-

Fiorisce di marzo il mare 
in cristalli di spuma, 
barchette di san Giovanni 
che s’arenano e sfanno 
in gelatine chiare 
sulle alghe della spiaggia:
fresche avvertono 
che son fiorite 
le calendole del fondale.

-N.Orengo-

CULTURA
Il proverbio del mese...Febbraio
1 febbraio 2015

"Non c'è carnevale senza luna di Febbraio"
CULTURA
LA VOCE DEI POETI...G.UNGARETTI
11 gennaio 2015

Agglutinati all'oggi 
I giorni del passato 
E gli altri che verranno.

 

Per anni e lungo secoli 
Ogni mattino sorpresa 
Nel sapere che ancora siamo in vita, 
Che scorre sempre come sempre il vivere, 
Dono e pena inattesi 
Nel turbinio continuo 
Dei vani mutamenti.

 

Tale per nostra sorte 
Il viaggio che proseguo, 
In un battibaleno 
Esumando, inventando 
Da capo a fondo il tempo, 
Profugo come gli altri 
Che furono, che sono, che saranno.

-G.Ungaretti,”Il taccuino del vecchio”-

CULTURA
il proverbio del mese...Gennaio
3 gennaio 2015

"Gennaio rigoroso anno felice"
CULTURA
I simboli del Natale...Le palline
24 dicembre 2014

Sull’uso delle palline per addobbare il Natale si narrano molte leggende, sicuramente la più suggestiva è quella che narra di un artista di strada molto povero, che volendo fare un regalo a Gesù Bambino donò, non avendo null’altro da donare, la sua arte di giocoliere. Gesù rise tanto e per ricordare le risate di Gesù e far sorridere i bambini si addobba l’albero con palline colorate.

La storia più realistica pare sia dovuta al fatto che l’albero di Natale in passato veniva adornato con dei frutti, quali arance, mele rosse, frutta secca.Poi nel tempo si è deciso di sostituire la frutta con le palline di vetro soffiato a causa di un’annata con scarsa produzione di mele, così i maestri vetrai dell’Alsazia e della Lorena iniziarono a produrre palline di vetro soffiato di Boemia dipinte a mano. Le palline assunsero così un significato simbolico, proteggevano la casa dagli spiriti maligni e negli addobbi degli alberi natalizi rappresentavano le esperienze della vita già fatte o il desiderio di compierle.

UN FELICE NATALE

diario_di_borgo

SCIENZA
Ecco che cosa succede se guardi troppo il cellulare
22 novembre 2014

Chiudete Whatsapp: il tempo speso con la testa china sullo smartphone impone uno stress cervicale di entità impressionante. Come se camminaste con un macigno sul collo. 

Le varie inclinazioni del capo associate al carico imposto alla colonna vertebrale.

La dipendenza da social media non nuoce soltanto alla produttività. È deleteria anche per il collo: restare con lo sguardo incollato al cellulare può imprimere al tratto cervicale della colonna vertebrale un carico di 27 chili di pressione, il peso di un bambino di 7-8 anni. Lo sostiene uno studio di Kenneth Hansraj, primario di chirurgia spinale presso il New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine.

MOLTISSIMO TEMPO. In media, si legge nel paper, trascorriamo dalle 2 alle 4 ore al giorno con la testa china sullo smartphone, per scrivere, leggere o giocare. In un anno, fanno 700-1400 ore di stress cervicale, che diventano 5 mila nel caso di soggetti particolarmente a rischio, che trascorrono molto tempo al cellulare o chini sui libri (pensiamo agli adolescenti). Nel corso del tempo, quest'abitudine impone una posizione curva in avanti che può finire per lesionare la spina dorsale.

 

SEMPRE PEGGIO. Il peso imposto al collo dipende dall'inclinazione del capo assunta, come si vede dal disegno. Un'angolazione di 15 gradi equivale a 12 chili di sofferenza; 30 gradi a 18 chili, 45 gradi a 22 chili.

 

TESTA ALTA, SCHIENA DRITTA. Hansraj riconosce che non è possibile evitare l'utilizzo delle nuove tecnologie. Ma si possono prevenire i danni alla colonna mantenendo una posizione corretta del capo, con le orecchie allineate alle spalle. E - aggiungiamo - facendo alcuni semplici esercizi per alleviare i dolori e rilassare il collo.(focus.it)

CULTURA
La voce dei poeti...Alfonso Gatto
2 novembre 2014


Un fiore a Asolo

Questi fiori pungenti che la brina
di novembre inghirlanda sopra i morti
e Asolo, il silenzio che avvicina
il ricordo del sole, noi assorti
in quel nulla dolente che l'amore
lascia negli occhi.
''Qui riposa Manàra, prendo un fiore
dalla sua tomba'', e nel guardarmi tocchi
il cespo di vetrato che si spezza.
''Ero il suo bel paggetto'' tu mi dici
''mi chiamava così...'' Passa la brezza
delle memorie, passano gli amici
a dirti, amore, che non c'è dolcezza
più triste e più vogliosa dei tuoi occhi.

-A.Gatto-

SCIENZA
Scienza: Una proteina del latte contro la "mozzarella blu"
19 ottobre 2014

 Mai più mozzarella blu. I ricercatori dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Consiglio nazionale delle ricerche di Bari (Ispa-Cnr) hanno dimostrato che la colorazione anomala del formaggio è dovuta alla presenza dell’indigoidina, un pigmento prodotto dai ceppi batterici di Pseudomonas fluorescens, e hanno realizzato un metodo per inibire la sintesi di questa molecola. Lo studio, condotto in collaborazione con l’Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta, è stato pubblicato sulla rivista americana Food Microbiology.

“Fino ad oggi sapevamo che la colorazione anomala della mozzarella era associata ad unamiscela di pigmenti prodotti dai due ceppi batterici P. fluorescens e P.libanensis”, spiega Leonardo Caputo dell’Ispa-Cnr. “Il nostro lavoro haconsentito di capire che è l’indigoidina prodotta dai ceppi batterici di P.fluorescens il pigmento responsabile della colorazione blu della mozzarella. Il pigmento è stato estratto direttamente dalla mozzarella contaminata ed analizzato con metodologie avanzate di spettrometria di massa”. 

I ricercatori hannocosì messo a punto un metodo innovativo per inibire la sintesi di questamolecola da parte dei batteri pigmentanti e proteolitici. “Poiché l’uso degli antibiotici è vietato nel settore alimentare abbiamo scelto di utilizzare peptidi derivati della lattoferrina, proteina del latte, presente normalmente negli integratori e nei prodotti per l’infanzia. Aggiungendo tale derivato al liquido di conservazione della mozzarella siamo riusciti ad inibire la crescita batterica e quindi lo sviluppo del pigmento blu, allungando la shelf-life del prodotto in frigoconservazione”, continua Caputo. “Adesso stiamo cercando diindividuare i fattori che promuovono l’aumento delle popolazioni alterative di P.fluorescens nel microbiota della mozzarella e comprendere i meccanismi mediantei quali i peptidi antimicrobici derivati dalla lattoferrina rallentano lacrescita batterica e inibiscono la produzione di indigoidina”.

Questo lavoro èstato premiato per l’originalità e lo spessore scientifico dall’Associazioneitaliana tecnici del latte in occasione del 4° Congresso lattiero-caseariotenutosi a Padova di recente. I risultati ottenuti dai ricercatoridell’Ispa-Cnr di Bari rivestono un’importanza strategica nel settorelattiero-caseario e potranno contribuire in futuro a migliorare la tecnica diproduzione e conservazione di questo formaggio italiano famoso in tutto ilmondo.(fonte LeScienze)

CULTURA
Citazioni...Melanconica leggerezza
5 ottobre 2014


"Non è una melanconia compatta e opaca,dunque,ma un velo di particelle
minutissime d'umori e sensazioni,un pulviscolo d'atomi come
tutto ciò che costituisce l'ultima  sostanza della molteplicità delle cose"
(I.Calvino,"Lezioni americane")


CULTURA
Citazioni: Sul mare
26 agosto 2014

"Il mare non è mai stato amico dell’uomo. 

Tutt’al  più è stato complice della sua irrequietezza." 

-Joseph Conrad-

 

sfoglia
gennaio